Locanda Lo Fòo – La Salle
31 marzo 2017
B&B A Pankeó – Valtournenche
31 marzo 2017

Maison Dominique – Challand Saint Anselme

 

Uno chalet raffinato, sei camere circondate dalla quiete e completamente immerse nella Val d’Ayas, per una vacanza indimenticabile in Valle d’Aosta all’insegna dell’ecoturismo.

Maison Dominique

Frazione Maè, 8 11020 – Challand S. Anselme (AO)

T. +39 3295933650

F. +39 0125965117

info@maisondominique.com

www.maisondominique.com

instagram

Dieci anni fa, nell’antico villaggio di Maè, incastonato a 1.100 metri di altitudine nella meravigliosa Valle d’Ayas, c’era un’abitazione rustica in decadimento: una cantina, una stalla, una cucina, una camera, un fienile ed un solaio praticamente abbandonati alle aggressioni del tempo. Nica di Pietrantonio decise di trasformare questo complesso abitativo ormai in disuso in uno chalet raffinato dove il mondo, con tutti i suoi problemi e rumori, potesse restare chiuso fuori.

Nel 2004, dopo un anno di duro lavoro, nacque la Maison Dominique, costruita interamente con materiali valdostani di recupero, pietra e legno, nel pieno rispetto della cultura locale: sei camere circondate dal silenzio e della natura ideali per coloro che desiderano trovare riservatezza e quiete. Persino la colazione è a disposizione in camera, proprio perché la Maison è intesa come luogo da abitare e vivere a pieno, secondo i propri ritmi.

Nonostante lo stile legato alla tradizione, Maison Dominique è un ottimo esempio di tecnologia bio-compatibile, sia per l’utilizzo di materiali costruttivi naturali sia per l’uso di pannelli solari e caldaia a biomasse per produrre acqua calda e riscaldamento. Ogni stanza vanta un arredo personalizzato, curatissimo nei dettagli, con solarium e vista sul Castello di Graines, il più antico della Valle d’Aosta. Intorno, le vette del Mont Nery, Le Dame di Challand e innumerevoli malghe, alpeggi e laghi.

Passeggiate di facile e media difficoltà conducono a piedi, in mountainbike o a cavallo sia verso la bassa valle in direzione di Verrès, sia verso i maestosi ghiacciai del Monte Rosa. Nei dintorni, tra castagni e latifoglie, i ruderi del castello di Villa con il lago e le cascate naturali, le ex miniere di quarzo aurifero di Bechaz e i Ru, i canali medievali di irrigazione che ancora oggi costituiscono camminamenti incantevoli alla portata di tutti. Per chi ama la pesca vi è la possibilità della pratica del no kill presso la riserva del Casinò nel torrente Evançon a Challand Saint Anselme.

In inverno è possibile praticare la scalata della cascata di ghiaccio della frazione di Allesaz, con una caduta di 120 metri, e tutt’intorno ci sono infinite possibilità di praticare sport legati alla neve. Dalla vicina Brusson, ad esempio, partono le prime piste di sci nordico, tra le migliori d’Europa, dove si disputano le prove di coppa del mondo, mentre Champoluc è il punto di riferimento del comprensorio Monterosa Ski, a pochi chilometri di distanza.

A Palasinaz ci sono piste di sci alpino, nordico e uno Snowpark per grandi e piccini; al Col di Joux, terrazza sulle Alpi con vista sul Monte Bianco, e collegamenti con le valli adiacenti di Gressoney e Alagna e per chi ama le avventure dello sci alpinismo. Un territorio davvero ricco di opportunità.